venerdì 29 ottobre 2010

UOMINI DI DIO (DES HOMMES ET DES DIEUX)

Regia: Xavier Beauvois
Durata: 120'

Otto monaci trappisti vivono armoniosamente con la comunità musulmana nel loro monastero sui Monti dell’Atlante in Algeria. In tanti anni di convivenza hanno curato e nutrito centinaia di uomini, donne e bambini, con loro hanno condiviso feste e usanze locali senza contrasti di sorta derivanti dalla loro razza o dalle loro usanze religiose. Questo miracoloso equilibrio di vita è squassato nel 1996 da una guerra civile che vede il governo aggredito da un gruppo di terroristi islamici che s’accinge a controllare i territori più lontani dalla capitale. I monaci sono esposti dunque a un pericolo concreto ma, nonostante gli appelli da parte del Ministero dell’Interno, che li invita ad abbandonare la loro terra, e a dispetto della situazione di violenza sempre più vicina, decidono di restare. Sacrificheranno così la loro vita pur di non cadere nella logica dell’intolleranza e della divisione.

Gran premio della giuria a Cannes, questo film, diretto dal francese Xavier Beauvois, è campione d’incassi in Francia, dove si accinge a superare persino Avatar di James Cameron. Eppure Uomini di Dio è un’opera austera, senza ammiccamenti di sorta al pubblico, che mette in scena in maniera rigorosa e asciutta un fatto di cronaca, parlando di religione, tolleranza, amore. Lo fa in modo estremamente sobrio, senza abbandonarsi né alla retorica, né tantomeno all’agiografia. Nel descrivere la comunità il regista preferisce soffermarsi sui volti dei protagonisti e sui loro silenzi, poiché la volontà di questi eroici (loro malgrado) martiri vale più di mille parole. Esemplificativa è la scena della loro ultima cena, prima di essere rapiti dai terroristi e destinati a morte certa. La musica di Ciaikovski esalta queste facce tormentate dal dubbio e dalla paura ma al contempo serene e gioiose perché consapevoli della forza delle loro convinzioni e della loro fede. Meraviglioso il cast, nel quale emergono Michael Lonsdale e Lambert Wilson.

Nessun commento: