sabato 25 febbraio 2017

Silence - Martin Scorsese - 2017


L’ultimo film di Martin Scorsese ha al centro della storia il mistero della fede ed è il compimento di un percorso spirituale che il maestro italo americano ha iniziato fin con i suoi primi film, America 1929, sterminateli senza pietà (Boxcar Berhta, 1972) e Mean Streets (1973) proseguendolo e rafforzandolo con il trittico di cui L’ultima tentazione di Cristo (The Last Temptation of Christ, 1988) e Kundun (1997) ne costituiscono i primi due capitoli. Ho avuto la fortuna d’incontrare Martin Scorsese durante il Festival di Venezia del 1988 dove il regista aveva presentato tra polemiche roventi il suo film su Gesù. All’epoca, infatti, L'ultima tentazione di Cristo fu accompagnato da una campagna stampa violentissima ad opera dei cattolici, integralisti e non, che giudicarono blasfemo il contenuto dell’opera, tratta dall’omonimo libro di Nikos Katzanzakis. In realtà, come ebbi modo di verificare parlando con Scorsese, turbato e amareggiato dalle critiche, il film era un atto di fede tormentata. Scorsese è nato e vissuto a Little Italy in una famiglia cattolica – egli stesso è stato in seminario per oltre un anno poiché per un momento della sua vita ha desiderato consacrarsi alla vita sacerdotale – e tutte le sue opere pertanto sono intrise di peccato e redenzione, basti pensare ai personaggi di Travis Bickle e Jake La Motta in Taxi Driver e Toro Scatenato (Raging Bull), ma anche al Jordan Belfort di The Wolf of Wall Street, anti eroi sempre in bilico tra atti ignobili e desiderio di riscatto, quest’ultimo quasi sempre impossibile da raggiungere. Ne L’ultima tentazione di Cristo (The Last Temptation of Christ) ciò che dava scandalo era la rappresentazione di un Cristo più umano che divino, in lotta con le sue tentazioni terrene, tra le quali quella di avere una famiglia, così com’era rappresentata nel finale onirico.

Sono passati trent’anni ed è doveroso constatare come le polemiche di un tempo appaiano superate. Silence è uscito nelle sale accolto da un’indifferenza generale persino tra i cattolici, fatta eccezione per la bella intervista realizzata dal direttore di Civiltà Cattolica Antonio Spadaro. Il film, tratto dal romanzo dello scrittore giapponese, convertito al cattolicesimo, Shusaku Endo, era già stato trasposto sullo schermo nel 1971 da Masahiro Shinoda (Chinmoku, 1971).

Due giovani padri gesuiti, padre Rodrigues (Andrew Garfield) e padre Garupe (Adam Driver), si recano in Giappone alla ricerca della loro guida spirituale, padre Ferreira (Liam Neeson), accusato di apostasia. Egli, infatti, ha rinnegato la fede per sfuggire alle feroci persecuzioni dei nativi. In questa ricerca di Ferreira, per certi versi simile a quella che il capitano Willard compie alla ricerca del generale Kurtz in Apocalypse Now, i due sacerdoti, e in particolare padre Rodrigues, si scontreranno con un paese refrattario ad accogliere il cristianesimo, vissuto dai più come una violenza culturale in un paese dalle tradizioni millenarie. Costretto ben presto anch’egli a scegliere tra la sua fede e la vita di alcuni contadini giapponesi, convertiti e condannati a morte per questo, Rodrigues, dopo un personale calvario che occupa i due terzi del film, per salvare il suo piccolo gregge decide di compiere anch’egli apostasia, confortato da padre Ferreira. Ma i due sacerdoti, pur avendo calpestato in pubblico l’immagine di Gesù lo hanno realmente abbandonato? 

Questa domanda è il cuore del film che rivela la sua anima soltanto nell’ultima inquadratura. L’intelligenza di Scorsese sta nel filmare le vicende di Silence in maniera antitetica alle sue opere precedenti. Il regista abbandona il ritmo survoltato e il montaggio frenetico per adottare uno stile asciutto, composto da inquadrature essenziali che lo fanno apparentare a un’opera di Ozu o ad un lungometraggio muto, laddove il silenzio di Dio, metaforico e reale, diventa la cifra essenziale del film. Di fronte all’indifferenza di una società sempre più secolarizzata un’opera simile giunge come un UFO nelle sale cinematografiche popolate da supereroi e cartoni animati.

Silence - Scheda Imdb

Il Trailer del film




Intervista a Martin Scorsese



Nessun commento: